info@pgf-fe.com 0532 977886

In Serie A1 con l’Ucraina nel cuore

[Andrea Passini in una foto di Simone Ferraro per Federazione Ginnastica d’Italia]

I ginnasti della Palestra Ginnastica Ferrara si sono presentati sabato in gara a Torino, per la 2^ prova del Campionato Italiano di Serie A1 di ginnastica artistica maschile, con un nuovo body ispirato ai colori della bandiera dell’Ucraina che, in questo drammatico momento, sono anche i nostri colori.

Appuntato sul petto il lutto, nel rispetto del dolore e della sofferenza del “nostro” campione Illia Kovtun, della sua allentatrice Iryna Nadiuk e di tutti i cittadini ucraini.

[Luca Bottarelli in una foto Ginnasticando.it]

A completare la divisa dei palestrini una maglia, sempre giallo e blu, senza stemmi ma con il semplice slogan STOP WAR, a ribadire la cognizione dei ragazzi rispetto al gesto che stavano facendo per Illia e Iryna.

[La squadra della Palestra Ginnastica Ferrara impegnata a Torino, “pizzicata” dal fotografo di Ginnasticando.it]

Abbiamo sentito in gara la loro mancanza, non solo sotto l’aspetto agonistico, ma anche e soprattutto umano. Siamo loro vicini e li aspettiamo il più presto possibile per tornare a vincere insieme in pedana e in un mondo senza guerre.

[La maglia STOP WAR sulla schiena di uno dei ginnasti della PGF – foto Ginnasticando.it]

I ragazzi della PGF sono scesi in pedana consapevoli che lo facevano anche per Illia e Iryna ed hanno cercato di dare il massimo al cospetto dei più forti ginnati italiani e dei tanti stranieri che schieravano le altre squadre. Non è bastato per bissare il quinto posto della prima prova e la classifica finale vede la squadra estense solo undicesima. Ci sarà spazio per rifarsi, nella sperazanza di poterlo fare a ranghi competi, sinonimo di una situazione internazionale migliorata.

Anche la FGI ha sottolineato il gesto della compagine ferrarese: https://www.federginnastica.it/news/26683-torino-quando-al-centro-del-body-c-%C3%A8-il-simbolo-di-un-grande-cuore-giallo-e-blu.html

Per la cronaca della gara ecco l’articolo dedicato: https://www.pgf-fe.com/2022/03/15/torino-amara-per-la-pgf/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.