Orlando Polmonari

Orlando Polmonari nasce a Ferrara l'11 Marzo 1924 ed è il simbolo della ginnastica artistica ferrarese.

Ha iniziato a frequentare la Palestra Ginnastica Ferrara alla fine del '38, interrompendo solo quando fu deportato in Germania dall'esercito tedesco.

Il carattere tenace che sarà complice della sua rapida ascesa fu allora però causa delle deportazione in Germania, con un carico di cavalli, come punizione per aver dato uno schiaffo ad un ufficiale.

Al rientro dalla prigionia, dopo sei anni, riprese l'attività sportiva raggiungendo altissimi risultati (Olimpiadi di Helsinki e di Roma)-

In realtà aveva ripreso ad allenarsi nel 1948 in vista delle Olimpiadi di Londra, cui non poté però partecipare per motivi finanziari.
Avrebbe dovuto partecipare anche alle Olimpiadi di Melbourne ma, per un contrasto con la Federazione, la squadra azzurra restò in Italia.
Il suo curriculum è stato ricco di successi:

1950 - Concorso Internazionale - Firenze (4° posto - gara a squadre)

1951 - Giochi del Mediterraneo - Alessandria d'Egitto (2° posto - gara a squadre)

1952 - Olimpiadi di Helsinki (10° posto - gara a squadre)

1956 - Giochi del Mediterraneo - Barcellona (1° posto - Gara a squadre e 4° posto - Cavallo con maniglie)

Pensando di partecipare alle olimpiadi di Melbourne, Polmonari continuò ad allenarsi quotidianamente nella vecchia palestra di piazza Verdi (un locale dove in inverno entrava la neve e la temperatura si aggirava spesso sui -4°)!

Dopo in Giochi del Mediterraneo ad Alessandria d'Egitto rimase fermo per 2 anni per problemi fisici ma, nonostante i divieti dei medici di proseguire l'attività agonistica, nel 1954 vinse tutte le selezioni necessarie per accedere ai Campionati del Mondo a Mosca, ai quali non partecipò per ragioni politiche.

La sua ferrea determinazione e le sue capacità (oltre agli insegnamenti del suo grande maestro Aldo Monetti), spinsero Polmonari verso grandi traguardi:

1956 - Campione Italiano All-round

1956 - Olimpiadi di Roma (3° posto - gara a squadre)

Orlando nonostante i numerosi successi sportivi è sempre rimasto un ragazzo modesto, buono e semplice, che ha sempre fatto onore al nome dello sport; "A 36 anni - diceva Polmonari - bisogna avere il coraggio di smettere, anche se senti la ginnastica nel sangue come qualcosa da cui non riuscirai più a staccarti, puoi rimanere nell'ambiente per insegnare ai giovani, cercare di trasmettere loro il tuo entusiasmo, la tua passione, tutto quanto hai imparato in tanti anni di ginnastica"!

 

 

 

Conclusa l'attività agonistica, dopo aver guadagnato anche il titolo di Cavaliere del Merito Sportivo, Orlando si è dedicato per molti anni all'insegnamento, facendo innamorare della ginnastica tantissime generazioni di ragazzi che sono cresciuti seguendo i suoi insegnamenti!


Orlando Polmonari            11/03/1924 - 27/08/2014